Home - Associazione Rimettere le Ali ONLUS

Chi siamo

L’associazione Rimettere le Ali Onlus si costituisce il 14 aprile 2011 per avviare una stretta collaborazione con l’opera salesiana Borgo Ragazzi don Bosco.

L’associazione non persegue fini di lucro e trova ispirazione nei valori cristiani; in particolare, è incentrata sulle varie forme di accoglienza, educazione, formazione ed inserimento nella società di giovani che versino in stato di disagio ed emarginazione, ispirandosi al sistema preventivo di don Bosco.

Le finalità che perseguiamo sono:

  • l’assistenza sociale e sociosanitaria;
  • la beneficenza;
  • l’istruzione;
  • la formazione;
  • la tutela dei diritti civili.

Tutte le attività sono rivolte a persone svantaggiate in ragione di condizioni fisiche, psichiche, economiche, sociali o familiari e pongono l’attenzione al curare la formazione integrale non solo dei ragazzi, ma anche dei soci, dei volontari e di tutti gli operatori che si rendono disponibili per dare risposte adeguate alle situazioni di disagio ed emarginazione degli adolescenti e dei giovani.

Attività rivolte ai soci, ai volontari ed operatori:

  • formazione per operatori e volontari;
  • sensibilizzazione, formazione e sostegno di famiglie affidatarie e solidali;
  • partecipazione ai tavoli di concertazione sociale a vari livelli: scuole, associazioni, parrocchie,  municipi;
  • gemellaggi con altre realtà, specie italiane ed europee, impegnate sul fronte dell’emarginazione e disagio.

Attività per contrastare l’emarginazione e/o il disagio e a favore dell’inclusione sociale:

  • formazione per giovani in difficoltà (laboratori formativi e corsi brevi per aiuto cuoco, aiuto estetista, cameriere, barman); corsi di alfabetizzazione; laboratori ricreativi (teatro, musica e sport);
  • sostegno alla ricerca ed all’inserimento nel mondo del lavoro;
  • attività di catering e bomboniere solidali finalizzate sia all’inserimento lavorativo di ragazzi in difficoltà che alla raccolta fondi;
  • attività di parrucchiere finalizzata all’inserimento lavorativo di ragazzi in difficoltà che alla raccolta fondi;
  • realizzazione di cene solidali di raccolta fondi con la partecipazione dei ragazzi del corso di cucina e camerieri.